Header Unit

Deftones, in arrivo il nuovo album

Buone notizie per i fan dei Deftones, pionieri indiscussi del nu metal.
Il loro esordio, nel lontano 1988, fu caratterizzato da una serie di concerti live senza aver ancora pubblicato nulla di ufficiale in studio.
Negli anni la situazione è cambiata, e con 7 album alle spalle (l’ultimo nel 2012, Koi No Yokan, che ha avuto un buon riscontro) e tanta voglia di tornare in scena, arriviamo all’annuncio di un nuovo imminente lavoro.
Per questo disco i Deftones si avvaleranno della preziosa partecipazione di Matt Hyde, produttore dei Sum 41, e secondo alcune indiscrezioni dovrebbe contenere ben 16 tracce, un record per la band di Sacramento.
L’uscita è prevista in ottobre, e la lunga attesa è da imputare proprio al nuovo approccio adottato dalla band per la stesura delle tracce, definite dal frontman Chino Moreno «fuori dagli schemi».

E’ il celebre periodico statunitense di Muddy Waters, Rolling Stone, a pubblicare l’intervista a Moreno, raccogliendo questa preziosa dichiarazione:
«Le canzoni sono fantastiche, e le abbiamo scritte in un modo molto bello: ci siamo messi tutti nella stessa stanza, poi qualcuno lanciava un’idea e gli altri ci balzavano sopra. Abbiamo lavorato davvero come un collettivo. Siamo cinque tizi con visioni completamente diverse della musica, ma quando questa magia funziona, funziona davvero. [Il nuovo album] è qualcosa di più di un disco esaltante. E’ come se fossimo entrati nelle canzoni e le avessimo sezionate. Se qualcosa ci suonava troppo normale, subito sterzavamo per renderla più stravagante. Non era un sabotaggio, anzi, l’opposto: era sfidare noi stessi a fare qualcosa che in passato non eravamo mai stati capaci di fare»

I Deftones non hanno mai deluso i loro fan, mantenendo sempre molto alto il livello degli album in studio non solo dal punto di vista della qualità.
A far girare questa notizia è Instagram, oramai uno dei canali di informazione più efficaci: sono disponibili un immagine ed un filmato di 15 secondi che documentano il ritorno della band.

deftones-instagram

1 Comments

Join the Conversation →

  1. […] dà il titolo all’intero Ep, mostra un intro molto ricercato e melodie che ricordano gruppi come Deftones ma al tempo stesso anche My Bloody Valentine, spaziando ritmicamente con grande capacità. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.