Header Unit

Irlanda in Festa 2016: al via la 10^ edizione

Irlanda in Festa torna dal 16 al 20 marzo al Parco Nord di Bologna con Bandabardò, Modena CR, Uriah Heep, 9 band irlandesi e tanto altro

Si accendano le luci e si metta in fresco la birra: sta per arrivare la decima edizione di Irlanda in Festa all’Estragon Club.
Dal 16 al 20 marzo torna infatti a Bologna la più grande festa d’Europa che celebra il Saint Patrick’s Day (17 marzo) al di fuori dai confini d’Irlanda: il programma prevede come sempre tanta musica dal vivo, danze, gastronomia, birra, folklore e curiosità sulla cultura celtica.

Anche questa volta per accogliere le migliaia di appassionati l’Estragon Club allestirà un grande tendone al Parco Nord con i colori della verde terra, fra cui il ristorante, la birreria e la libreria.
Ma per celebrare l’importante traguardo della decima edizione, il 2016 potrà contare su un ricco programma che presenta diverse novità e alcuni graditi “ritorni”.

La prima novità è una line up musicale con ben 9 band irlandesi: un contributo altissimo di gruppi originari dell’Isola del trifoglio che mai si era visto in 10 anni di rassegne.
Naturalmente non mancheranno i nomi di grande richiamo che si esibiranno sul palco dell’Estragon: oltre ai Modena City Ramblers (ospiti di diritto in ogni edizione) ci sarà il ritorno della Bandabardò e i mitici Uriah Heep, pionieri dell’hard rock britannico.
Un’altra bella novità, soprattutto per gli habitué che non hanno mai mancato una edizione, è un menù rivisitato nel ristorante di Irlanda in Festa, che farà assaporare nuovi piatti della tradizione gastronomica irlandese: dietro ai fornelli, ancora una volta, gli chef Anthony O’Leary e Patrick Browne.
Anche per quanto riguarda lo sport la rassegna riserverà una novità, o, meglio, un gradito ritorno: sotto il tendone del Parco Nord rivedremo infatti il ring per gli incontri di pugilato fra campioni italiani ed irlandesi.
Nessuna novità invece sull’accesso alla manifestazione: l’ingresso al Palanord è sempre gratuito, mentre restano a pagamento solo i concerti ospitati sul palco dell’Estragon Club.
Visto che la passione per la verde isola è contagiosa, quest’anno Irlanda in Festa si svolgerà – più o meno contemporaneamente – anche a Padova, Trieste, Cuneo, Portomaggiore, e Parma.

La musica e le danze

Se fino alla scorsa edizione Irlanda in Festa aveva riservato ampio spazio alla musica folk, balcanica e world music, quest’anno l’Estragon Club ha fatto una scelta “di cuore”, dedicando grande attenzione ai gruppi provenienti dall’Irlanda.
Sul palco del Palanord, con accesso gratuito, vedremo quindi  direttamente dall’Irlanda The Banjacks, Chasin Hooley, The Cardinal Sins, Blood Or Whiskey, Jesse Janes, The Led Farmers, Matthew Mac Caid, The Eskies, Drunken Lullabies.
Avremo inoltre il ritorno dei Selfish Murphy dalla Romania e l’arrivo degli Irish Stew Of Sindinun dalla Bosnia. Altri attesissimi ospiti internazionali sono i madrileni Canteca De Macao con la loro irresistibile combinazione di flamenco, reggae e ska.
I concerti principali (a pagamento) si terranno invece sul palco dell’Estragon e vedranno esibirsi dal vivo la divertente Bandabardò, gli immancabili Modena City Ramblers e i mitici Uriah Heep.
Chi vorrà cimentarsi nei passi di danza celtica, ma non sa come si fa, potrà approfittare delle lezioni gratuite condotte come sempre dagli amici della Reno Folk il sabato e la domenica pomeriggio.

La gastronomia e la birra

Tutte le sere dalle 19 alle 23 il ristorante allestito all’interno del Palanord accoglierà curiosi e buongustai con i migliori piatti della tradizione gastronomica irlandese sapientemente preparati dagli chef  Anthony O’Leary e Patrick Browne della scuola di cucina di Ballymaloe.
Il ristorante della Festa, inoltre, sarà totalmente “green”: non solo perché il verde è il colore dell’Irlanda ma perché verranno usati solo piatti, bicchieri e posate ecologici.
Confermatissima, dopo il successo dello scorso anno, anche l’area street food all’esterno del Palanord, dove il folto pubblico potrà sbizzarrirsi tra i food trucks con assaggi da ogni parte del mondo.
Ma la vera protagonista sarà ovviamente la birra made in Ireland, Guinness in testa.
Non a caso la mitica Brewery di Dublino ha da tempo “eletto” Bologna come sede preferita per inviare la sua fornitura doc.

Sport e curiosità

In ogni pub che si rispetti lo sport non manca mai. Ecco dunque il ritorno della boxe dal vivo con l’allestimento di un ring che ospiterà gli incontri fra i campioni della Sempre Avanti Boxe di Bologna e Crumlin’ Boxing di Dublino.
Per chi preferisce invece attività più tranquille ci saranno le pedane per le gare di freccette.
Ci sarà inoltre l’area del bookshop con libri, guide, dvd e gadgets dedicati all’Irlanda, mentre fra gli stand del mercatino si potranno acquistare prodotti artigianali a tema.

I principali concerti (presso l’Estragon Club)

BandabardòVenerdì 18 marzo – BANDABARDÒ, ore 21,30, ingresso 12 euro

Con i suoi oltre 1000 concerti e 22 anni di attività la Bandabardò può dirsi a buon diritto una delle live band più vitali in Italia. I loro concerti sono feste straripanti d’affetto: il pubblico vi partecipa numerosissimo, cantando infaticabile ogni canzone, duettando continuamente con gli artisti sul palco, senza perdersi un solo verso, in uno scambio d’intesa che non smette mai di sorprendere la Banda stessa. Non c’è luogo più bello e divertente dove vederli di Irlanda in Festa a Bologna, dove la passione per il folk si trasforma nel più importante festival irlandese d’Europa!

Modena City RamblersSabato 19 marzo – MODENA CITY RAMBLERS, ore 22, ingresso 12 euro

Visto che Irlanda in Festa nel 2016 compie 10 anni, Modena City Ramblers prepareranno per l’occasione una scaletta speciale dove oltre ai classici ci sarà posto per qualche bella sorpresa “irish” tutta da ballare. Insomma: la band più irlandese d’Italia non ha mai mancato un’edizione della nostra rassegna e ha tutte le intenzioni di festeggiare come si deve insieme a noi!

Uriah HeepDomenica 20 marzo – URIAH HEEP, ore 21, ingresso 25 euro

I miti dell’hard rock britannico, coloro che con i Deep Purple, i Black Sabbath e gli Zeppelin hanno costruito pietra dopo pietra un sound che ha cambiato la storia della musica dura inglese. Arrivano all’Estragon i gloriosi Uriah Heep: oltre trenta milioni di dischi venduti, quarantotto paesi toccati dai loro concerti e diverse hits non solo nel Regno Unito ma anche negli USA, dove sono entrati per ben cinque volte nella Top 40. Davvero da non perdere!


Per informazioni  e aggiornamenti sull’intera rassegna: www.irlanda-in-festa.it
Per informazioni solo su Bologna: www.estragon.it , 051 323490 (Estragon)
Pagina Facebook: Irlanda in Festa

0 Comments

Join the Conversation →