The Blue Lads – Hero

[soundcloud url=”https://api.soundcloud.com/playlists/62281287″]

Hero” è il primo ep dei The Blue Lads, trio milanese formatosi nel 2012 sulla cresta dell’onda di un blues – rock d’ispirazione anglosassone.
Un Ep totalmente autoprodotto, composto da quattro tracce, una più affilata e ballerina dell’altra; quattro creazioni attraverso cui questa band sceglie di mettere piede nel vastissimo ed impervio panorama musicale italiano, non disdegnando quello internazionale grazie all’uso della lingua inglese e a melodie rock’n’roll che danzano armonicamente assieme a quel blues dal perenne sorriso a trentadue denti.

Con ‘Hero‘, la traccia omonima all’Ep che introduce, la sensazione è quella di venire ribaltati in un club sulla Route 66, dove tra una birra e l’altra si decide di passare la propria serata ascoltando della buona musica. In essa il trio fonde il sound dei propri strumenti elettrici ad un testo denso di un senso di ribellione indignato e vagamente adolescenziale.

New Awakening‘ segue le orme del brano che la precede, adornandosi anch’essa con la voce graffiante di Alessandro Taveggia e il suo perfetto accento british.
Ascoltando ‘The Truth‘ decidiamo di salire virtualmente sul palco con il trio dei The Blue Lads per inneggiare al fatto che «people wanna know the truth».
Lotte di classe, rivolte giovanili ed operaie: anche a questo sembra voler rimandare il messaggio di ‘The Truth‘.
Il ritmo di ‘Boogie at 5‘ è, ancora, una vera e propria ispirazione a scatenarsi grazie ad un forte richiamo dello spirito danzereccio del boogie – woogie, ovvero lo stile che ha portato sulle piste miriadi di giovani, a partire dagli anni Trenta del Novecento, tutti uniti dal comune sentimento del rock.

E’ un blues – rock virile ed incoraggiante quello dei The Blue Lads, che non lascia spazio né alla tristezza né alla malinconia tipicamente caratterizzante il proprio genere di base (il blues), ma che cerca invece di spingere l’ascoltatore verso la celebrazione dell’esistenza, invogliandolo a tamburellare con le dita le superfici e a mescolare al proprio sangue quella linfa vitale che solo la musica sa regalare.
E nessun genere riesce a distillare tale linfa meglio del rock’n’roll, con la sua capacità di far vibrare ogni piccola sezione della nostra pelle, entrandoci in vena, schizzandoci al cervello per poi ridiscendere dritto al nostro cuore, proprio come riescono a fare The Blue Lads con “Hero“.

Sito internetPagina Facebook

Leslie Fadlon

view all posts

Cerco la bellezza ovunque, come Cristiano Godano insegna. Sono un'amante del rock'n'roll e credo fermamente che un giorno senza musica non sia degno di essere vissuto. In love with Afterhours and many more.

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.