!!! (Chk Chk Chk) live a Segrate (MI): uno show fuori dagli schemi

Californiani di provenienza, newyorkesi di adozione, milanesi per una sera: il 12 novembre il palco del Circolo Magnolia di Segrate è riservato ai !!! (Chk Chk Chk), che nel loro tour europeo portano anche dalle parti di Milano il loro show.
Dai brani dell’ultimo album “Shake the shudder” risalgono via via attraverso i loro vent’anni di carriera, spaziando tra innumerevoli generi rivisti e mescolati a modo loro.

I Cactus?, a cui spetta il compito di aprire la serata, hanno un suono scarno che presenta elementi in comune coi primissimi The Cure, rivisto in chiave synth+chitarrina, con la batteria nervosa a guidare il tutto. Rileggono un filone che arriva dai primi anni ottanta utilizzando sonorità contemporanee, sfociando poi in un indie rock più recente e meno oscuro quando rinunciano alle tastiere.

I !!! si mostrano da subito in tutto il loro appariscente splendore, inclusi paillettes e lustrini a guarnire la batteria.
Nic Offer, in giacca e shorts, canta metà del primo brano a un passo dalla transenna, sfoggiando dalle prime battute le doti da intrattenitore. Il Circolo Magnolia si trasforma nello Studio 54, un dancefloor che si muove senza bisogno di abusi di effetti e sintetizzatori. I !!! mettono insieme un giro di basso deciso e funk, il tempo è scandito dal suono dei piatti e il resto lo fa la padronanza del palco.

La maggior parte dei brani dei !!! gioca sulla complementarità tra il DNA da intrattenitore di Nic Offer, che quando non canta faccia a faccia con la prima fila si butta addirittura in mezzo al pubblico scavalcando la transenna, e la voce indiscutibilmente travolgente di Shannon Funchess. Alcuni passaggi più lenti hanno suoni lounge e voci che si ispirano al soul pop.

‘One girl/One boy’ porta una nuova discesa in campo, stavolta doppia con entrambe le voci al di qua della transenna, e Nic Offer che passa a salutare tutti ma proprio tutti, fino al mixer. ‘Yadnus‘ condensa lo spirito punk dei !!!, portando il sin qui sobrissimo tastierista Dan Gorman a lanciarsi letteralmente sugli altri membri del gruppo, per una chiusura di set completamente fuori dagli schemi.

Il rientro per il bis vede i !!! al completo sul palco con ‘Heart of hearts‘, oscura tanto nelle luci quanto nei suoni decisamente morbidi e pop. Escono nuovamente di scena per ricomparire col secondo e ultimo bis, vale a dire la cover di ‘Would I lie to you?‘ degli Eurythmics, spogliata del piglio artefatto degli anni 80 e più vicina a uno stile retrò da Blues Brothers. La miscela dei !!! è esplosiva, moderna e nostalgica: un frontman scatenato che si prende tutta la scena, una voce femminile di appoggio più che pregevole e dietro di loro un gruppo che suona in maniera impeccabile e coinvolgente.


Guarda le foto del concerto del 26/10/2017 a Barcellona

Matteo Ferrari

Matteo Ferrari

view all posts

Nato nel 1984 nell'allora Regno Lombardo-Veneto. Un onesto intelletto prestato all'industria metalmeccanica, mentre la presunta ispirazione trova sfogo nelle canzonette d'Albione, nelle distorsioni, nei bassi ingombranti e nel running incostante.

0 Comments

Join the Conversation →