Header Unit

Rival Sons e Black Sabbath, la strana coppia

I Rival Sons confermati come opening act nella fase finale del tour mondiale dei Black Sabbath

Li abbiamo seguiti in Estonia (photogallerylive report), e pur intuendo il potenziale della band americana capitanata da Scott Holiday mai ci saremmo aspettati i Rival Sons come supporto ai Black Sabbath.
Band di stampo blues rock, i Rival Sons nascono nel 2008 e da subito cominciano un percorso fortunato che già nel 2009 li porta ad aprire i concerti di AC/DC, Alice Cooper Kid Rock.
L’ultima fatica discografica porta il nome di “Great Western Valkyrie” (2014) che contiene 10 tracce dalla chiara influenza rock anni ’80.

I Black Sabbath, dal canto loro, non necessitano alcuna presentazione.
Giunti nella fase finale del loro The End Tour, che celebra i quasi cinquant’anni di attività della band capitanata da Osbourne, i Sabbath hanno scelto di essere accompagnati in questo percorso proprio dai Rival Sons.
La proposta ai Rival Sons pare sia arrivata direttamente da Ozzy Osbourne, estasiato dopo aver visto la band live durante una cerimonia di premiazione.
«Ogni tanto l’universo ci parla e i pianeti lentamente si allineano tra loro: questa è sicuramente per noi una di quelle situazioni», ha affermato Holiday dopo l’annuncio di questo tour insieme ai Sabbath.
«Abbiamo chiacchierato con gli Osbournes dopo lo spettacolo e già questo è stato incredibile, ma qualcosa di molto più grande già quella sera è trapelato».
Pare che in quest’ultima parte della loro carriera live i Black Sabbath non saranno accompagnati dallo storico batterista Bill Ward, ma Tony Iommi non vuole perdere le speranze ed ha affermato che la band per lui terrà sempre la porta aperta.

Rival Sons e Black Sabbath, dunque: due mondi differenti, con sonorità e storie opposte, pare compiranno assieme lo stesso percorso, quello che va a concludere uno dei capitoli più importanti nella storia dell’hard rock.

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.