EUROCK Academy, l’officina dei talenti emergenti

Il 5 e 6 luglio a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, prenderà vita l’iniziativa denominata EUROCK #maisentiti.

Si tratta di una due giorni dedicata alla musica live emergente organizzata e promossa da EUROCK Academy.
Per capire al meglio che cosa sia EUROCK Academy e in quale modo sarà strutturato questo fine settimana emiliano, abbiamo deciso di chiedere maggiori informazioni a Marta Alleluia.

Per chi ci segue e ci conosce, Marta è una delle nostre collaboratrici a livello redazionale ma non solo: per chi non lo sapesse, nella vita è una cantante dotata di un grande talento e che ha deciso di partecipare al progetto di EUROCK Academy in qualità di artista emergente.

Marta, raccontaci un po’: qual è la storia di EUROCK Academy?

EUROCK Academy nasce da un’idea di Marco Montanari e Maurizio Meglioli: l’intento era quello di creare una realtà nella quale i giovani musicisti indipendenti potessero imparare il lato “imprenditoriale” dell’essere musicista. Tale idea è stata proposta all’ufficio gemellaggi del comune di Scandiano (Reggio Emilia), ed è stata accolta con entusiasmo.
Si è poi deciso di coinvolgere la Comunità Europea, in modo da avere un  sostegno economico concreto per poter avviare il progetto e poter creare, contemporaneamente, scambi culturali che arricchissero il fulcro iniziale del progetto.
Infatti sono subentrati in un secondo momento i paesi di Quattro Castella (IT), Verteneglio (HR), Sodra Sunderbyn (SE).

EUROCK Academy è quindi un progetto che si sviluppa volutamente a livello europeo…

Assolutamente!
La dimensione europea è una caratteristica intrinseca di questo progetto.
Consente ai giovani partecipanti non solo di viaggiare e conoscere realtà differenti, ma anche di confrontarsi e scambiare esperienze sia riguardo il modo di “fare musica” nei diversi paesi che riguardo quello di concepire l’imprenditoria giovanile.
E’ un modo molto valido per contribuire ad ampliare la propria rete di contatti andando “oltre confine”.

Chi può far parte di questa Academy?

Il progetto di EUROCK Academy si rivolge ai giovani dai 16 ai 30 anni, che sono già in grado di suonare uno strumento e che sono determinati ad avere una carriera professionale in tal senso.
Il progetto, infatti, si basa sul presupposto che la musica non è solo un “banale inseguimento”, ma se “coltivata” correttamente può diventare un vero lavoro, soddisfacente e duraturo.

Qual è il motivo principale per scegliere di entrare in EUROCK?

Come partecipante al progetto posso dire che il motivo più forte per cui un giovane dovrebbe darsi questa opportunità sta nella possibilità di formarsi a livello imprenditoriale.
Spesso a noi musicisti che iniziamo a fare musica capita di non aver ben chiaro l’aspetto burocratico del settore.
Non è semplice né immediato comprendere come sono organizzati gli eventi, come si instaurano certe collaborazioni con contatti discografici e addetti del settore.
EUROCK Academy è un pò tutto questo: oltre a poter conoscere e confrontarsi con altre realtà, è un valido sostegno per non cadere nel vuoto.
Nel corso del primo anno (2012-2013) sono stati organizzati numerosi incontri e seminari con esponenti di rilievo quali Claudio Morselli (fonico dei Timoria), Valerio Soave (presidente dell’etichetta indipendente Mescal), Massimo Bettalico (manager e contrattista musicale), Sandro Pasqual (Responsabile SIAE Bologna), Fabio Gallo (L’autoparlante).
Sono anche stati fatti dei workshop presso La Barchessa Recording Studio a Rubiera, in provincia di Reggio Emilia.

Rispetto a quelle che sono le reali condizioni economiche del mercato, soprattutto nel settore musicale, EUROCK Academy quale opportunità concreta offre agli artisti per convincerli a trasformare “una passione in un lavoro”?

Sicuramente una conoscenza di base.
Mi ripeto, ma è davvero da non sottovalutare: l’aspetto imprenditoriale del settore prima di tante altre cose.
Inoltre, con questo progetto si entra realmente in contatto con direttive professionali che permettono di affacciarsi a questo mondo in un modo più sicuro e diretto.

Abbiamo capito che EUROCK Academy si svolge sia in Italia che in altre città gemellate in questa iniziativa. Accade tutto contemporaneamente, in tutte le città partecipanti?

Ogni delegazione gestisce il progetto come meglio crede, in virtù del fatto che si tratta comunque di realtà diverse tra loro.
Poi però ci sono i viaggi che uniscono il tutto a doppio filo e fanno comunicare in modo più stretto tutte le scuole.
L’anno scorso noi siamo andati in Svezia, dove abbiamo partecipato a dei workshop e a dei concerti.
Questo fine settimana, invece, saranno le delegazioni straniere a venire da noi: così si chiuderà insieme, in una grande festa, questi due anni di progetto.

Come si svolgerà il weekend a Scandiano?

L’evento di questo fine settimana si chiama EUROCK #maisentiti ed è l’evento che decreterà la fine, ma anche l’inizio, di quello che è stato e sarà EUROCK Academy.
La manifestazione prevede una due giorni di musica live che unirà i partecipanti al progetto a nomi già affermati nel panorama musicale italiano.
Non saranno divulgati gli orari dei big proprio perché l’essenza di EUROCK è di aiutare e sostenere la musica indipendente e permettere a tutti di essere ascoltati e apprezzati.
Si cerca così di avvicinare il pubblico alle nuove realtà emergenti.
In fondo è un po’ quello che fa anche Oca Nera, giusto?

Sì, cara Marta, è proprio quello che cerchiamo di fare anche noi: dare spazio a realtà affermate per attirare il pubblico, invogliandolo però a scoprire tutto quel che di emergente c’è in Italia – e che troppo spesso non viene preso in considerazione.
Sembra un progetto utopistico, ma quando c’è qualcuno che dedica del tempo a leggere le recensioni o ad andare a cercare i dischi di un artista da noi proposto…è in quel momento che capiamo di essere sulla strada giusta.
La stessa sulla quale si sta muovendo EUROCK Academy.
Buon weekend a tutti gli artisti #maisentiti, con l’augurio di divertirsi sul palco di Scandiano e di perseverare sulla strada della musica con dedizione e con passione.

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.