Uncledog – Russian Roulette


Russian Roulette è il nuovo album del quintetto padovano degli Uncledog, che dopo una serie di piccoli lavori registrati tra America ed Europa, sfornano 10 brani suonati praticamente in presa diretta.
La scelta va incontro alla volontà della band di catturare un sound caldo ed avvolgente, nota distintiva del gruppo.
Attivi dal 2008, gli Uncledog sono Nicolò Nico Garavello (voce, chitarra), Mauro Karma Carrara (chitarra, cori), Manuel Fiore Fiorasi (tastiere, cori), Emmanuele Lele Salin (basso, cori), Luca Babbo Mattiello (batteria e percussioni).

Le influenze musicali di questo disco sono tante,  e questo ha sicuramente aiutato gli Uncledog nella realizzazione di un lavoro davvero di qualità.
Il paragone con Incubus e Soundgarden è quasi d’obbligo poiché le somiglianze sono molte, ma nell’insieme Russian Roulette funziona con le sue chitarre (corpose ma non invadenti) e con una sessione ritmica che risulta ben amalgamata.
Essendo fan del genere, devo ammettere che la voce mi ha fatta sciogliere dalla prima nota.
La tracklist dà una buona alternanza all’ascolto del disco anche se si sente la mancanza di un pezzo identificabile come grande ballata o singolo di punta.
In compenso, alcuni brani presentano ritornelli coinvolgenti e di facile memoria – e questo è sicuramente un bene.

La strada perseguita è ben studiata, ma anche qui si pecca un po’ di originalità: il rischio è quello di piacere perché si ritrova all’ascolto qualcosa di già noto, quasi come a cercare una certa sicurezza musicale.
Consiglio l’ascolto, poiché gli amanti del genere come me lo apprezzeranno e troveranno (originalità a parte) un lavoro davvero ben confezionato.

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.