Mataleòn – Prospettiva di un’Idea

Prospettiva di un’idea”: è stato così intitolato il primo Ep dei Mataleòn, una bomba di rock corrosivo ed esplosivo.
A contraddistinguerlo è una sorta di magnetismo, capace di attrarre tra i tanti gli amanti del metal grazie alle sue sfaccettature roventi, che lo pongono in bilico tra l’alternative rock ed il metallo più pesante.
Il disco è fasciato dalla voce ruvida del frontman, Tommaso Di Blasi, le chitarre di Andrea Giuliani, il basso di Manuel Schiavone e la batteria di Daniele Bocola.
La formazione proviene da Sesto San Giovanni, si forma nel 2012 ed è della primavera 2015 l’uscita di questo lavoro, in cui ad un primo ascolto è percepibile la contaminazione di band come Alter Bridge, Tool, Creed, Pearl Jam e molti altri. 

Il primo brano della tracklist è ‘Atari’, un cordiale invito a trattenersi da certi atteggiamenti da ”giudici”, lasciando invece spazio e libertà d’agire a chi è oramai consapevole di una realtà corrotta e spesso solamente virtuale, un po’ come i videogames che tanto hanno divertito gli adolescenti degli anni ’90 (targati proprio ATARI).
‘Fuoco nella testa’ è un grido disperato, tra una trappola di fuoco e la rabbia connessa al proprio labile vivere; la terza traccia si intitola invece ‘Dove sei adesso?’ e pone su ritmi serratissimi l’argomento della perdita e della ricerca di una Regina incontrollabile, imprevedibile ma sempre nei pensieri del protagonista del brano. ‘Ozymandias’ è un’altra canzone energica e incentrata su un soggetto la cui insensatezza lo sta conducendo a disperdersi, in una folle corsa verso limiti oramai inesistenti. Cambia il tono, che si addolcisce almeno dal punto di vista musicale, quando si passa a ‘Foglio bianco‘: la disfatta e la rassegnazione comportano decisioni sulle quali è difficile poter prospettarsi dei passi indietro; l’amarezza pian piano si scioglie nell’ultima traccia: ‘Vorrei’ è dedicata infatti ad un amore che appare inizialmente difficile ed evanescente, ma che potrebbe trasformarsi in una fiaba meravigliosa.

I Mataleòn, con questo loro Ep, appaiono come una promessa consistente nel metal italiano: regalano emozioni, riuscendo nell’intento di accompagnarle con una musicalità cupa ma potente.

Leslie Fadlon

view all posts

Cerco la bellezza ovunque, come Cristiano Godano insegna. Sono un'amante del rock'n'roll e credo fermamente che un giorno senza musica non sia degno di essere vissuto. In love with Afterhours and many more.

0 Comments

Join the Conversation →