laCasta – Encyclia


La band pugliese laCasta esegue un mix di black metal e hardcore che si concretizza in un genere soprannominato “blackened hardcore” e, nel dicembre 2015,  ha presentato un  Ep autoprodotto, composto da sei tracce, intitolato “Encyclia“.

Un titolo che contiene un  richiamo preciso all’enciclica papale, che altro non è se non una lettera circolare inviata dal Papa su argomenti dottrinali, morali e sociali ai vescovi e, attraverso di loro, ai fedeli ed è testimoniato dalla iconografia del Papa dei tarocchi sulla copertina. La circolarità  richiamata si ritrova nella struttura  dell’Ep che è contrassegnato dalla presenza di una intro e una outro.
L’Ep propone una produzione essenziale  in cui  la voce non riesce a ergersi sopra gli strumenti da cui  viene sovrastata e invece mette in risalto eccessivamente l’aggressività strumentale e la sonorità caotica che sono aspetti  tipici del genere.
La composizione, come detto, si apre con una ’Intro’ dalle sonorità che  ricordano vagamente  il dark ambient e si  aprono con un deciso attacco di chitarra che introduce all’atmosfera dell’Ep, a questo  segue ‘No Hope’  un brano che permane statico sino  a circa la sua metà  per poi cambiare con un accelerazione che rievoca l’hardcore.
La terza traccia ‘The Reaction Will Never Come’ esprime tutta la potenza della band ed è caratterizzata dal suono di chitarre dissonati, dai blast beats della batteria, da un basso profondo e dalla voce che esegue un potentissimo scream.
Seguono  ‘You Are Nothing’ e ‘Rejection Of Life’ nel primo brano la batteria esplode in suoni ritmici e frenetici, mentre il secondo si presenta con un suono meno duro che crea un atmosfera differente riportando al post-black metal eseguito da band come i ‘Deafheaven’.
La traccia che conclude “Encyclia“, ‘Goddess’,  riprende l’atmosfera cupa dell’intro , componendo una outro su cui si sviluppa  una parte acustica infine accompagnata da batteria, chitarra e voce.
I laCasta hanno prodotto un  Ep ben  strutturato che  risente di una produzione non molto accurata che ha inciso, purtroppo, sulla qualità del lavoro finale.
Tuttavia si deve riconoscere come la band possieda competenze ed energie che, se efficacemente curate e indirizzate, porteranno a buoni risultati.

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.