Kaki King, photogallery del concerto a Salerno

Kaki King, Modo Ristorante – Salerno, 01/12/2015

Nata ad Atlanta, fin da bambina Kaki King ha assaporato musica grazie alla passione del padre per i Beatles.
Già a quattro anni prende lezioni di chitarra (il padre è un collezionista) ma ben presto opta per la batteria che studia fino agli undici anni.
Solo in seguito ricomincia a suonare la chitarra, anche grazie alla sua passione adolescenziale che risponde al nome di Jonny Marr degli Smiths.
Trasferitasi a New York, studia ma per riuscire a mantenersi inizia a suonare in strada e nelle metropolitane attirando l’attenzione di passanti.
Dopo varie richieste di alcuni che le chiedevano se avesse mai pubblicato qualcosa, con i pochi risparmi messi da parte Kaki King realizza una prima demo.

Il suo lavoro è provocatorio e commovente, sorprendente e bellissimo.
“The Neck Is A Bridge To The Body” ne è testimonianza, rivelando una Kaki King al suo meglio.
Lo show decostruisce e ridefinisce il ruolo dell’artista solista attraverso una straordinaria performance multimediale che si avvale del projection mapping, tecnica sperimentale di videoproiezione che permette di trasformare una superficie in uno schermo su cui proiettare contenuti video creati a partire dalle caratteristiche geometriche della superficie stessa.
Il progetto “The Neck Is A Bridge To The Body” è prodotto in collaborazione con Glowing Pictures, famosa per il suo lavoro con artisti del calibro di David Byrne & Brian Eno, Beastie Boys, Animal Collective e TV On The Radio.
«Il processo di creazione di queste musiche mi ha dimostrato ancora una volta che la chitarra parla e io sono solo la sua interprete», ha recentemente affermato in merito a questo lavoro.

Artista

Kaki King

Opening Act n/d
Evento Kaki King live a Modo Ristorante
Luogo Salerno
Genere musicale acustica, strumentale, shoegaze

Ivana Donati

Ivana Donati

view all posts

Napoletana, specializzata in dipinti e restauro, fotografa per passione e adozione.... divertirsi credendo di poter fermare il tempo con un'istantanea, viversi emozioni sottopalco, creare un momento unico.

0 Comments

Join the Conversation →