Infected Rain, una calda ventata metal a Milano

Il suono degli Infected Rain ha incendiato la serata al Legend Club

Ottima la performance dei Volturian, ospiti in apertura serata

Quando anche la morsa di un’estate che sembra non finire mai non accenna ad allentare la presa, ecco arrivare prepotente l’unica data in Italia dei moldavi Infected Rain a scaldare ancora di più un Legend Club che risponde presente alla chiamata.

Volturian

L’atmosfera è già calda alle 20.30 quando salgono sul palco in apertura i Volturian.
Forti del nuovo Ep “Red Dragon”, offrono al pubblico un’ottima performance dimostrando di saper tenere davvero bene il palco.
Offrono al pubblico uno show coinvolgente e maturo nonostante la fondazione del gruppo sia relativamente recente. Questo avvalla sicuramente un pensiero: quando c’è qualità le cose riescono sempre bene in modo semplice, senza troppi artifici.

Dopo un’oretta l’atmosfera passa da calda a torrida, la platea torna dal refrigerio ricercato all’esterno nel breve cambio palco ed inizia quella che è stata, senza dubbio, una performance di alto livello.
Il merito va soprattutto (ma non solo) alla cantante Lena Scissorhands, che parla perfettamente italiano, ma anche alla band: gli Infected Rain non hanno mai accusato momenti di down, regalando ai fans un live dall’intensità crescente.
Dunque, ottimi musicisti ed ottima cantante che non sfigura mai sia cantando con la voce pulita sia in growl.
I pezzi, potenti e veloci, hanno contribuito a mantenere alto il livello del concerto e questo, unito ad una perfetta presenza scenica, ha confermato quanto già di molto buono si era visto nel 2019 con la loro esibizione a Trezzo sull’Adda (MI).

Infected Rain

Gli Infected Rain sono una band che si esibisce ancora in locali underground ma che non ha timore nel calcare palchi importanti in giro per il mondo.
Proprio quest’anno sono stati ospiti al Wacken Festival ma è interessante assistere ai loro live in locali di dimensioni più ridotte, come ad esempio al Legend Club.

Partendo dall’iniziale ‘Pendulum‘, passando veloci a ‘Black Gold‘, ‘Postmortem PT.1‘, ‘Passerby‘ e ‘Fighter‘, Lena e i suoi incendiano il pubblico forti di una proposta sonora impattante.
Il tour è quello di presentazione del nuovo album, “ECDYSIS”, e in scaletta si alternano come da prassi i brani nuovi ai vecchi cavalli di battaglia del gruppo.
Molti si concentrano sulla bellezza e la naturalezza della frontwoman, ma è proprio lei a precisare che «[…] la band non si chiama Lena, noi siamo gli Infected Rain: è il gruppo il vero core, non un singolo componente».

Con le conclusive ‘Fool the Gravity‘ e ‘Sweet, Sweet Lies‘ si chiude il concerto, tra le emozioni ed il sudore di chi ha pogato nonostante il caldo.
Dopo il live c’è tempo per firmare qualche autografo, fare qualche foto e scambiare due chiacchiere con la band.
Il tutto, stavolta, cercando un po’ di ossigeno all’esterno del locale.

Photo Gallery Infected Rain

Milano, 14/09/2022
© Yamilé Barcelò / ONR

Volturian

0 Comments

Join the Conversation →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.