Bleed Again – Momentum


Formatisi nella città di Brighton, i Bleed Again danno esempio del loro valore pubblicando il primo vero album dopo aver firmato con la Sliptrick Records.

“Momentum” è la prova delle caratteristiche di questo complesso e le loro influenze riportano allo stile che ultimamente si sta diffondendo lungo tutta l’isola bretone da quasi un decennio.
L’album è composto da 12 tracce di cattiveria, growl e scream impastati in diverse combinazioni per creare un mondo pieno di riferimenti a dolore, piaghe e speranza.

Il compendio apre le danze con ‘Decimate’, che fa capire l’andamento dell’album e il genere incalzante nei testi.
Continua con ‘Walk Through the Fire’ che dimostra il vero potenziale del complesso per l’impotanza sia melodica che tecnica.
La terza traccia, ‘Legacy’, dimostra la melodica molto avanzata che inizialmente non si fa vedere, mentre ‘Drowning in Dreams’, la quarta traccia, porta la continuità dell’album ad un livello molto modico.
Da qui in poi, infatti, la continuità dell’album non varia più di quanto ci si aspetti.
Le stesse caratteristiche, appunto, vanno rispecchiandosi anche in ‘Slavery’, quinto brano della raccolta. Si da aria a ‘Kurtz’ un piccolo intromezzo costruito su leggeri arpeggi che permette l’entrata in scena del brano successivo, ‘Heart of Darkness’. 
Una leggera variazione “da programma” la porta ‘White Castle’, che costruisce un atmosfera più tetra e suoni resi molto irascibili dagli scream del cantante.
Con il brano successivo, ‘Only we can save Us’ si avvia un’altra introduzione al brano successivo ‘Happy Never After’. 
Gli ultimi due brani dell’album, ‘Icarus’ ‘Through my eyes’ lo concludono in bellezza, sfoggiando una tecnica più elevata rispetto agli altri.

Un gran bel lavoro per un album di debutto, nonostante ci sia molto su cui lavorare ancora.
L’influenza della nuova era metal inglese è molto risentita; si sente un chiaro intendimento di unire vecchia e nuova scuola.
Si spera in futuro di risentire questo complesso con una maturità più elevata e una maggiore dose di esperienza.

Overiview
Ben giocati per essere il primo disco
Originalità 40
Sound 55
Testo 45

0 Comments

Join the Conversation →