Jules Not Jude, photogallery del concerto a Livigno (SO)

Jules Not Jude, Marcos Pub – Livigno (SO), 07/01/2016

29‘ è il brano che scelgono i Jules Not Jude per aprire il concerto al Marcos Pub, canzone che parla d’ un amore a termine con tendenza al pop ricco e onirico, lisergico e dal sapore Sixties ma anche contemporaneo.
«E come chiamereste voi, ad una che conosci d’estate, ti fa innamorare e poi finite le vacanze ti lascia con un messagio whatsapp? …è una t***a!»
I Jules Not Jude, indie-pop da Brescia, nascono nel 2008 dall’estro e dalla passione di Simone Ferrari (voce, chitarra) e Mirza Sahman (chitarra), che all’inizio del 2009 danno alle stampe l’ep “Clouds Of Fish”.
Un’opera prima, questa, che riscuote inaspettati e unanimi consensi con un tour in Italia che li vede protagonisti anche al Roma Pop Fest, Magnolia Parade e No Silenz Festival.
È allora che la formazione dei Jules Not Jude si allarga accogliendo altri due componenti: Mauro Parolini al basso e Marzia Savoldi alla batteria, sostituita qualche mese dopo da Daniel Pasotti.
Con questa formazione, il 1 novembre 2010 esce il primo disco ufficiale, “All Apples Are Red…Except For Those Which Are Not Red”, frutto di un’evoluzione che si traduce anche nel sound: la collaudata formula indie-pop si contamina di deviazioni rock e innesti elettronici.
All’uscita dell’album seguono le recensioni entusiastiche delle principali testate italiane e un lunghissimo tour invernale in Italia.
Dopo due anni intensi di attività live e dopo aver macinato kilometri su e giù per lo stivale Daniel Pasotti, batterista dal 2011, e Andrea Buffoli, chitarrista dal 2012, decidono che il loro percorso all’interno della band sia ormai giunto al termine: a sostituirli dopo pochissimo tempo subentrano Marco Innocenti alla batteria e Fabrizio Righetti alla chitarra.
Dopo un periodo di pausa per la stesura di nuovi brani nella primavera del 2015 i Jules Not Jude ritornano in studio dove registrano “Pillowlize Ep”, ultima fatica della band uscita a novembre 2015.
Pillowlize‘, il brano che dona il nome all’Ep, è il momento più emozionale ed elettronico del lotto, distorto e psichedelico, rappresenta bene la faccia più ricercata e scura dei Jules Not Jude.
A fine concerto Simone dichiara di essere nel posto più alto dove abbiano mai suonato e «se ci manca il fiato, ragazzi, non pensate sia colpa dell’altitudine ma è sicuramente la birra».
Ecco la photogallery della serata.
Artista

Jules Not Jude

Opening Act n/d
Evento Jules Not Jude live al Marcos Pub
Luogo Livigno (SO)
Genere musicale indie pop

Yamilé Barcelò

Yamilé Barcelò

view all posts

Nasce all’Avana , Cuba. Studia Storia Dell’Arte all’Università dell’Avana. Lavora come assistente fotografo per diversi fotografi cubani tra cui Alberto Korda e Tito Alvarez. Nello stesso anno si trasferisce in Italia avviando una serie di collaborazioni in ambito fotografico. Realizza inoltre diverse mostre collettive e personali tra qui nel 2003 "In celebration of Indigenous Peoples", presso la sede dell’ONU, New York. Nel 2006 ottenne il secondo premio al concorso Premio Arti Visive San Fedele, galleria San Fedele Milano, per la serie Il Viaggio. Attualmente vive e lavora in provincia di Sondrio, con collaborazioni professionali in regione Lombardia e per Filmagini Produzioni con sede a Bologna.

0 Comments

Join the Conversation →